Il limite è il gioco che la mente propone quando vince la non volontà.
Molto spesso ha trovato casa proprio lì e si proietta inesorabilmente nella realtà.
Invece, chi sa ben gestirlo potrà trarne vantaggi e perché no, un opportunità di crescita. Per superarlo necessita coraggio, saper vivere con il cuore e saper guardare oltre.
Si parla in particolar modo di Stephen Hawking ma in generale vi sono moltissimi casi quotidiani, come ad esempio la paura di essere distrutti. Ciò che dimentichiamo è che essere fragili è la cosa più bella del mondo, perché esserlo significa essere delicati e con il cuore scoperto. Senza fragilità saremmo invincibili, noiosi e piatti, nella vita invece, c’è bisogno delle sfumature. Ma come bisogna “oscurarli”?
Incoraggiando il cuore e la mente!
Ognuno di noi può puntare in alto e vincere, vedere la bellezza che nasce dai limiti.
Pensi di avere un limite, così provi a toccare questo limite. Accade qualcosa. E immediatamente riesci a correre un po’ più forte, grazie al potere della tua mente, alla tua determinazione, al tuo istinto e grazie all’esperienza. Puoi volare molto in alto.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account