Partendo dalla frase di Mark Twain “Tra vent’anni sarai più deluso delle cose che non hai fatto che da quelle che hai fatto. Perciò molla gli ormeggi, esci dal porto sicuro e lascia che il vento gonfi le vele” una coppia di Ascoli ha “mollato gli ormeggi” e deciso di vivere con lo zaino in spalla e dieci euro al giorno. La coppia si muove in autostop, a piedi e con i mezzi pubblici e dormono in tenda. Si finanziano lavorando nelle campagne o comunque minimizzando le spese.
Vivere liberi e senza ormeggi non capita solo ai giovani, ma anche a coppie mature come Antonella e Stefano Sola.
Schiavon vi chiede: mollare tutto e cambiare vita è per voi un sogno possibile o un azzardo? Ricordate di aver letto libri che parlano di fughe possibili o impossibili?
Secondo me è un po’ un azzardo molare tutto e cambiare vita, perché secondo me è molto difficile oggi mollare tutto con tutta la tecnologia che ci gira in torno, per esempio abbiamo per la meta delle cosa in casa che sono fatte con la tecnologia come le lavatrici, lavastoviglie, asciugatrici ecc. e poi anche quando siamo in giro per la città dove abitiamo o anche solo a scuola o a lavoro tutto ciò che ci circonda è fatto con la tecnologia. Io parlo per me, sarebbe molto difficile molare tutto e andare in giorno per la natura senza telefono, computer che per noi siano le cosa di prima necessita.
Io alla seconda domanda che ci propone Gianluigi Schiavon non so rispondere perché io di libri non è che ne legge molti, ha dire la verità io leggo solo se sono costretta.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account