“Mollo tutto e cambio vita?” E’ una domanda che molte persone si pongono, trovando sempre più ragioni, poiché al giorno d’oggi il nostro modo di vivere sta diventando stressante e monotono e anche perché, dopotutto, la vita è solo una e nessuno vuole sprecare la propria.
Con un pizzico di follia si può pensare di cambiare radicalmente il proprio stile di vita, soprattutto per il benessere e la serenità dell’anima.
Simone Perotti ha scritto “Adesso basta!”; lui era un manager molto affermato che guadagnava bene, ma ad un certo punto gli è andata stretta la routine aziendale, i ritmi forsennati del lavoro e le amicizie imposte se voleva far carriera. Ha comprato una barca a vela e adesso si guadagna da vivere, portando i turisti d’estate in Italia e in inverno ai Caraibi; nel frattempo scrive libri e fa sculture.
Altro libro che parla della storia di una donna forte e libera, che ha avuto il coraggio di lasciare tutto per andare all’avventura, è “60.000 miglia a vela” di Françoise Moitessier.
Il 12 Ottobre 1963, una barca a vela lascia il porto di Marsiglia. A bordo ci sono un uomo e una donna. Il nome della barca è Joshua, il comandante è Bernard Moitessier, l’unico membro dell’equipaggio è Françoise, una donna minuta, pesa solo quarantacinque chili, meno dell’ancora- e innamorata, che ha lasciato a terra i tre figli per andare incontro ad un’avventura che entrerà nella leggenda.
Una donna forte e libera, che ha affrontato con lo stesso coraggio 60.000 miglia a vela e le durissime prove della vita.
Come Simone Perotti e Françoise Moitessier, molte altre persone scelgono di riscattare la loro vita con scelte radicali.
Ci sono però correnti di pensiero diverse che spingono l’uomo ad una maggiore introspezione, come predicava già l’antico filosofo greco Diogene detto “il Cane” che girava con una lanterna in mano perché cercava “l’Uomo”.
Altre moderne correnti filosofiche ritengono che la felicità si raggiunga anche ponendo attenzione alle azioni minime quotidiane, nel dare valore agli affetti e alle amicizie stabili. La meditazione è un’altra tecnica che permette di star meglio sia fisicamente che mentalmente.
Il desiderio di cambiare la propria esistenza nasce da una profonda insoddisfazione e non è detto che tutti la provino; si può essere felici nel veder crescere i propri figli, studiando o svolgendo un’attività lavorativa soddisfacente.
Umberto Eco ha detto che un uomo che non legge vive una sola vita, un uomo che legge ne vive mille; e come si può crescere tramite la lettura, ci si può arricchire attraverso l’arte, la musica, senza dover per forza fuggire da se stessi.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account