Non conoscevamo lo scrittore Marco Buticchi che viene citato in questo video ; spinti dalla curiosità, insieme con la docente di lettere, abbiamo fatto una breve ricerca su di Lui, per iniziare a conoscerlo un po’ e, magari, a leggere qualcuno dei suoi freschi romanzi d’avventura.Vogliamo partire, dunque, dalle sue riflessioni, cioè che la fuga non è un atto di coraggio e che l’importante è vivere la vita a testa alta per dire al riguardo la nostra opinione.
Alla nostra età sicuramente ci piace viaggiare, scoprire nuovi posti ed evadere dalla routine quotidiana, ma ci è difficile intendere il viaggio come una “fuga” dalla nostra vita , come un “mollare tutto”.Abbiamo fatto ancora un breve percorso di vita, protetti e sorvegliati dalle famiglie, dalla scuola ; non siamo ancora “stanchi” delle cose che quotidianamente ci attendono tanto da mollare tutto.E’ bello per noi, invece, avere la possibilità di fare delle evasioni dalla quotidianità, sia familiare che scolastica o in senso lato, per “prendere un po’ di fiato” da essa, per respirare maggiore ossigeno di di libertà, per ricaricarci di energie, di entusiasmo, di novità.
Come dice Buticchi, l’importante non è fuggire ma affrontare la vita a testa alta, a qualsiasi età, distrigandoci come meglio si può nelle difficoltà che certamente ci sono ad ogni età e periodo della vita,pur se di diverso genere.Chi fugge ,sia per realizzare un sogno, sia come azzardo, è, secondo noi, uno che “gode” poi dell’impegno degli altri senza che lui stesso apporti benefici alla società con un proprio impegno a beneficio di tutti,ma solo a beneficio personale.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account