Negli ultimi anni sono sempre di più i clochard.
Chi per mancanza di un tetto, chi perché ha perso il lavoro, chi perché ha solo avuto una vita sfortunata.
In ogni caso, sono sempre di più le persone che soffrono di fame, che si trovano costretti a dormire in una macchina.
Queste situazioni di disagio, di mancanza e di fame, spingono, in casi estremi a chiedere l’elemosina.
Chiedere l’elemosina non significa sempre aver davvero fame, cioè si, ma non sempre i piccoli guadagni vanno nelle loro tasche.
Molte persone, che la fame non la patiscono, se ne approfittano invece. Se ne affrettano in tutte le maniere.
partendo dal fatto che se ne approfittano perché certe persone pur di guadagnare qualcosa stanno alle loro stupide regole. E allora loro si che se ne approfittano.
Li obbligano, a chiedere elemosina, e il ricavato finirà per lo più nelle loro tasche. Sfruttando, quindi, la povertà altrui.
Per non parlare di chi si finge, un clochard, mentre è un ricco imprenditore.
Dopo avere fonti certe, che queste cose avvengono, purtroppo, concordo con la legge.
L’anima estremamente buona di certe persone che, pensando di fare del bene, donano anche solo pochi spiccioli, dev’essere punita.
Ma non dev’essere punita la persona che dona l’elemosina. Secondo me, dev’essere punito, chi l’elemosina la chiede.
Perché alla fine della fiera gli aiuti da parte dello stato ci sono, quindi basta con l’elemosina!

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account