I senzatetto sono sempre stati un gran problema per le città, in particolar modo per quelle turistiche come Roma, Firenze e molte altre in Italia. Un’ordinanza in proposito, in vigore solo per un mese, è stata emanata a Verona dal sindaco Tosi: chi sarà sorpreso a dare soldi ad accattoni potrà ricevere multe fino a cinquecento euro e il ricavato sarà impegnato nel sociale, in particolar modo per cercar di diminuire questa povertà. Una manovra un po’ particolare da parte del primo cittadino, quasi artificiosa, anche se – d’altro canto – intelligente. Insomma, non si può negare che siano molti i minori, i disabili e altri membri delle categorie più disagiate, ad essere sfruttati per questi scopi: finanziare questo reato non è l’intento di chi fa l’elemosina e – nonostante si possa pensare che Tosi stia cercando di complicare la vita a questi barboni (sua fu l’iniziativa di collocare braccioli al centro delle panchine per impedire loro di sdraiarvisi) – da un certo punto di vista il suo provvedimento si può considerare costruttivo, se i soldi delle multe saranno veramente impiegati per aiutare gli indigenti. Prima di poter determinare l’efficacia di questa manovra, dobbiamo arrivare alla scadenza del mese: se si sarà dimostrata proficua, potrà magari essere recepita da altre città.

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2023 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account