Non è giusto che la generosità sia sanzionata. Ci insegnano, sin da piccoli, a curarci del prossimo, specie i meno fortunati. Purtroppo con gli ultimi avvenimenti siamo diventati sempre più diffidenti, arrivando a dubitare perfino di persone che avrebbero davvero bisogno del nostro aiuto, in particolar modo le famiglie italiane che sono in gravi difficoltà economiche. Infatti secondo l’ISTAT nel 2014 4 milioni e 102 mila famiglie (pari al 6,8% di quelle residenti) è in condizione di povertà assoluta, cioè che non possono permettersi i beni di prima necessità. Si dice che alcuni finti mendicanti collaborino con la criminalità organizzata che sfrutta bambini, anziani e malati per elemosinare soldi a discapito dei malcapitati benefattori. Per questo motivo a Verona è stata imposta una sanzione che va da 25 a 500 € per chi viene sorpreso a dare soldi a uno di questi mendicanti. Il lato oscuro della medaglia è che noi non possiamo distinguere chi appartiene a gruppi criminali da chi ha effettivamente bisogno, mentre d’altro canto i soldi della multa andrebbero a un fondo destinato a migliorare la condizione di coloro che sono veramente bisognosi. Però se noi smettiamo di dare soldi ai mendicanti, non ci saranno più multe e quindi non ci saranno più entrate nel fondo dedicato. Come dobbiamo comportarci?

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account