Al giorno d’oggi passeggiando, andando a fare la spesa o addirittura andando in chiesa, ci capita sempre più spesso di vedere persone sedute a terra che chiedono l’elemosina. Ciò non avviene solo nelle grandi città. ma anche nella realtà dei piccoli paesi.
L’atto di donare qualche spicciolo ad una persona che ne ha bisogno è certamente un bel gesto; il problema che ci si pone è però sempre lo stesso. Sarà tutta finzione? O colui/colei che tende la mano ha bisogno davvero un aiuto? Come spenderà il gruzzoletto di soldi che ha racimolato?
A queste domande ci sono persone che si lasciano convincere trascinate dalla compassione ed altre che proseguono, ignorandoli, come se nulla fosse. Il fatto è che se si continua ad incentivare l’elemosina, questo problema si ingigantirà e non verrà mai risolto; anzi, crescerà ulteriormente! Un altro motivo che può indurre a non fidarsi è che a volte dietro a queste persone si nascondono casi di sfruttamento da parte di associazioni criminali. Nascono, quindi, sempre più dubbi su chi ci si può trovare davanti. Ultimamente il sindaco di Verona ha imposto una multa in denaro a chi fa l’elemosina ai mendicanti. Ogni cittadino è libero di aiutare e di farsi aiutare, ma reputo scorretto impedire a qualcuno di compiere una buona azione.
Credo, quindi, che punire con una sanzione chi vuole aiutare il prossimo sia comunque sbagliato, indipendentemente dall’uso che questo farà del denaro ricevuto..

0
1 Comment
  1. maria28 3 anni ago

    Ciao dalla redazione ” Gli Articolo 21 ” .
    Il tuo articolo

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account