Si dice che il cane sia il migliore amico dell’uomo, ma questa affermazione è sempre vera?
Solitamente il cucciolo viene comprato in negozio o adottato in canile per essere membro della famiglia, per crescere con il bambino di casa o far compagnia all’anziano rimasto solo; per fortuna, invece, sono meno i casi in cui viene considerato soltanto come un oggetto da bella mostra o fonte di guadagno.
L’animale viene iscritto a mostre canine o concorsi di bellezza nelle quali ancora oggi, nonostante nel 2010 sia stata promulgata una legge che lo vieti, sono molti i casi di cuccioli che hanno subito delle mutilazioni, per lo più alle orecchie e alla coda, per migliorarne l’aspetto.
La vanità dell’uomo entra in gioco e supera il rispetto per la vita dell’animale, al quale si infligge una sofferenza non necessaria. Se questo avesse quindi la possibilità di parlare e di esprimere il proprio pensiero dubito fortemente darebbe il consenso a tali operazioni semplicemente per vincere un concorso di bellezza.
Siccome il cane è davvero il miglior amico dell’uomo rischiamo il suo consenso a queste barbarie, sarebbe allora bello poter un giorno dire che anche l’uomo è il miglior amico del cane e che ha smesso inutili maltrattamenti mettendo da parte la sua vanità.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account