Ormai si fa di tutto per ottenere la vittoria sempre e comunque, anche quando si tratta di mostre canine. Molti padroni infatti, pur di far vincere i propri cani, arrivano a compiere gesti disumani, mutilando loro coda e orecchie. Chiaramente questa cosa ai padroni conviene, perché bramosi di denaro, sperano di riuscire a far arrivare i loro animali ai primi posti. Chi pensa però a quei poveri animali che soffrono e non vorrebbero essere privati delle loro parti del corpo? Come si può dire di amare qualcuno che si fa soffrire per tornaconto personale? Chiaramente sono in disaccordo con le pratiche di mutilazione: i cani sono esseri viventi e vanno amati, ma soprattutto rispettati. Mutilare gli animali è inoltre contro la legge, infatti le mutilazioni sono concesse solo in caso di malattia, in presenza di un certificato medico. A questo punto sono quindi i veterinari ad esercitare la loro professione in modo scorretto, falsificando i certificati. Non sono da meno i giudici delle mostre, che secondo me dovrebbero evitare di far arrivare ai primi posti cani mutilati, per dare l’esempio. Prima di calpestare la dignità dei nostri animali è quindi il caso di farsi qualche domanda e pensare alle torture che si stanno compiendo.

0
1 Comment
  1. nicolacasar8 5 anni ago

    sono pienamente d’accordo con quello che hai scritto e si vede che ne sai molto sull’argomento…anche secondo me ai concorsi dovrebbero vincere i concorsi solo cani normali e non mutilati. I cani sono esseri umani come tutti noi e dobbiamo rispettarli!!!!!!!!!

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account