Mutilare un cane non può essere amore,infatti il padrone se vuole davvero bene al suo cane dovrebbe cercare di non procurargli dolore.
Solo il dover scegliere un cane per farlo gareggiare alle mostre di bellezza sottoponendolo se necessario ad interventi chirurgici,infliggergli delle sofferenze,al solo scopo di vincere del denaro o avere dei riconoscimenti, non può essere amore.
Io un cane lo prenderei solo per la compagnia, non guarderei troppo l’aspetto fisico, forse gli occhi che siano espressivi.
Il tema trattato invece valuta delle situazioni diverse, dove i cani vengono scelti per gareggiare e con fini economici.
Io credo,che nemmeno debbano esistere le gare di bellezza per i cani, un cane se amato è sempre bello, pur con dei difetti. Esattamente come noi umani.
I veterinari poi non credo che rinuncerebbero mai al guadagno facile.
Se l’intervento non lo fa un veterinario che si fa degli scrupoli, ce n’è sempre un’altro disposto a rischiare pur di non guadagnare.
Devono essere i padroni dei cani ad imparare ad amare il cane così com’è, altrimenti non dovrebbero nemmeno prenderselo.
Sarebbe meglio che questi “padroni di cani” si comprassero dei quadri o degli oggetti di pregio, da mettere in mostra al posto dei cani! Ameno così si, che ci potrebbero guadagnare dei soldi,senza recare danno o dolore ad un essere vivente.

0
1 Comment
  1. ricanews 4 anni ago

    Articolo interessante e scorrevole con un titolo particolarmente espressivo e una conclusione molto bella ed originale. Purtroppo l’interesse economico di padroni e veterinari non ha limiti. Come giustamente dici tu sarebbe meglio che questi acquistassero quadri o altri oggetti di pregio da mettere in mostra piuttosto che un animale!

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account