In primo luogo ,a parer mio, le mostre canine sono solo un business.
Il cane ,infatti, in queste mostre, non viene gratificato poiché la persona che viene premiata è solo il suo proprietario.
Il riconoscimento, per chi vince , sono delle targhe o delle coppe.
Ma un attestato come può essere utilizzato dal cane?
Questi titoli prendono valore quando il titolare dell’animale lo vuole vendere.
In pratica questi concorsi vanno a vantaggio dei padroni e non dei cani.
La gara sarebbe meno crudele se non bisognasse mutilare orecchie e/o coda per rispettare degli standard di razza e quindi avere più possibilità di aggiudicarsi il trionfo. Tutto ciò invece accade e perciò per vincere queste stupidissime onorificenze si fa del male al proprio cane.
A parer mio questo è ingiusto e atroce nei confronti di chi ci dà il suo amore incondizionatamente. Il cane è il migliore amico dell’uomo e perché molti lo trattano come un oggetto? Le persone che fanno tutto ciò hanno un cuore?
Secondo me i cani non sono un oggetto e chi fa questi atti non ha un cuore.
Ormai al giorno d’ oggi molte persone, purtroppo, basano tutto sul denaro e i sentimenti se li lascino alle spalle.
Come dice una pubblicità, i cani amano il proprio padrone senza distinzione.
Per loro non importa se chi gli dà da mangiare è basso, se ha un colore diverso dal suo, se non si veste alla moda.
Allora, mi chiedo, perché certi individui vogliono cambiare il corpo del proprio cane arrecandogli sofferenza?
Io credo che i cani non devono essere mutilati poiché sono belli così come madre natura li ha fatti.
Per fortuna molte associazioni tra cui l’ Enpa, Lav e Lega Nazionale per la Difesa del Cane si sono ribellati a queste barbarie e sono riusciti a far emanare alcune leggi in tutela degli animali.
Ma come spesso accade in Italia, c’è chi riesce a raggirare la legge con l’ aiuto di persone ancora più disumane dei proprietari stessi.
Per concludere dovremmo rispettare e non tradire i nostri amici a quattro zampe solo per fare bella figura ad un concorso.

0
Commenti
  1. mora1707 4 anni ago

    Sono pienamente d’ accordo con te. I cani ci dimostrano il loro affetto sempre e in ogni caso e per ringraziarli noi che facciamo? Li maltrattiamo sottoponendoli a queste torture?! Penso che l’importante non sia vincere ad un concorso ma bens

  2. sab12 4 anni ago

    Molto bello, e sono d’accordo con ogni singola parola con cui hai composto questo articolo. Bisogna pensare che anche come noi loro hanno un anima e dei sentimenti che di certo vengono feriti quando si commettono su loro tali atrocit

  3. michelemassi 4 anni ago

    Hai perfettamente ragione anche secondo me

  4. mikyreporter 4 anni ago

    Il titolo anche se con un tono un po’ piatto esprime perfettamente la posizione da assumere davanti a questi comportamenti. Gli animali sono esseri viventi e, come noi, anche loro soffrono. Se un cane

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account