Il cane, come tutti sappiamo, viene considerato il “migliore amico dell’uomo”. Lo è davvero?
Al giorno d’oggi la mutilazione di questi poveri animali è molto diffusa. questo fenomeno è unicamente a scopo di interesse e guadagno del proprietario, che utilizzano come scusante l’amore e la bellezza. Infatti questi criminali affermano che per rendere più belli i cani debbano privarli di coda e orecchie.
queste azioni, anche essendo illegali (L’ordinanza ministeriale vieta gli interventi chirurgici destinati a modificare la morfologia di un cane o non finalizzati a scopi curativi in conformità all’articolo 10 della Convenzione europea per la protezione degli animali da compagnia, ratificata dall’Italia con la Legge 201 del novembre 2010.) si manifestano troppo spesso. Come si può pensare di maltrattare un animale? Oramai il guadagno supera l’amore, il maltrattamento è solo un segno di mancanza di rispetto. Perché “modificare” l’essenza di un essere già perfetto? Sono tutte domande a cui è difficile rispondere in quanto bisognerebbe entrare nella mentalità malata di queste persone. La violenza sui cani è un atto di ignoranza, egoismo e mancanza di rispetto.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account