Ci sono tanti motivi che spingono una persona ad adottare un cane. Uno di questi,forse uno tra i più ignobili,è il solo scopo di far partecipare il proprio quadrupede con pedigree a gare e mostre di bellezza. Ogni anno,in Italia, si svolgono una moltitudine di gare di questo genere,alle quali partecipano altrettanti cani. Molti di loro presentano il taglio della coda o delle orecchie. Ma perché questo si verifica,se è vietato dalla legge? Il tutto viene mascherato da questioni mediche,necessarie quindi per la salute del cane, ma è davvero così? Ebbene,questo vale per pochissimi di loro. I più,infatti,vengono mutilati per ragioni estetiche. Il cane da guardia,soprattutto,assume un aspetto molto più intimidatorio,se mancante di coda o con le orecchie appuntite rivolte verso l’alto. Avete mai visto,ad esempio,un dobermann adulto così come dovrebbe essere? Beh,è sicuramente meno spaventoso di un soggetto a cui sono state apportate le modifiche sopra elencate.
Una delle tante scuse veterinarie che spiegano queste torture,perché di torture si tratta,è la fragilità della coda che,essendo ricoperta da poco pelo,rischia di rompersi. Mai sentita scusa più assurda! Oppure ancora malattie che riguardano le orecchie,le quali rappresentano realmente un problema per il cane,ma solo nel caso in cui siano incurabili e causino reali fastidi al cane.
Dopo l’operazione,e che presenta anche un costo notevole (ma a chi importa,se poi il cane vince un’esibizione e farà guadagnare migliaia di euro al suo padrone?),i cani sentono molto dolore,sono confusi e le ferite prudono,causando talvolta delle infezioni. Spesso queste mutilazioni avvengono quando il cane è ancora un cucciolo,e ciò comporta che,a dispetto di quanto certi affermano,il cane,una volta cresciuto,abbia difficoltà a comunicare. Orecchie e coda,infatti,sono strumenti di comunicazione molto importanti,sia tra il cane e il suo padrone,sia con i suoi simili.
Perché dunque,mi chiedo,far soffrire al proprio amico a quattro zampe una tale pena? Possiamo forse sentirci meno in colpa solo perché il cane non ci può parlare o esprimere il suo dissenso,la sua sofferenza?
Come possiamo dichiararci dei buoni padroni,e prima ancora delle brave persone,se costringiamo una creatura indifesa a torture perpetue,solo al fine di lucro?
è davvero necessario fargli patire un handicap per tutta la vita?
Un cane è forse meno bello,meno ubbidiente,meno affettuoso,meno intelligente,o meno degno,se resta così come è nato?

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account