La mutilazione estetica delle orecchie o della coda dei cani è stata molto praticata in Italia fino al 2010, quando fu emanata la legge per la protezione degli animali da compagnia; essa vieta gli interventi chirurgici destinati a modificare la morfologia degli animali non finalizzati a scopi curativi. A causa del mondiale canino svoltosi a Milano, dove furono giustificate circa 900 mutilazioni da certificati medici, l’ANMV e la FNOVI hanno inviato tali certificati alla magistratura per esaminarli. I veterinari dovrebbero, secondo il loro giuramento, salvaguardare la salute degli animali, in modo tale da influenzare positivamente coloro che compiono questi atti brutali. Dietro queste mutilazioni si nasconde ben altro che l’amore per il proprio cane: queste persone sono mossi da interessi economici. “Il cane è il migliore amico dell’uomo”, purtroppo non è sempre così. Nonostante il cane ci dimostri la sua fedeltà proteggendoci, l’uomo non fa sempre lo stesso. Amare il proprio cane significa accudirlo e curarlo e non maltrattarlo con atti crudeli per poterne trarre profitto.

0
1 Comment
  1. pasqua98 5 anni ago

    Ciao, hai fatto un articolo piuttosto breve. Sei comunque riuscita a descrivere ci

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account