La tecnologia negli ultimi anni ha fatto passi da gigante.
I cellulari,per esempio,riescono ad autodistruggersi: all’inizio funzionano perfettamente mentre,di solito, al primo aggiornamento del software si rompono.
Similarmente succede nelle stampanti, appena scade la garanzia si bloccano e costa più ripararla che comprarla nuova.
Ma questo non accade solamente negli oggetti elettronici, ma anche,per esempio, nelle scarpe o nelle cerniere degli indumenti:la suola della scarpa è costruita in modo che si consumi facilmente ed inoltre non può essere riparata in quanto non è possibile staccare la suola rovinata.
Le chiusure lampo invece sono costruite a spirale così si rompono molto prima del dovuto.
Secondo me questo non è affatto giusto.
Se tutto ciò non accadesse le persone risparmierebbero molto e avrebbero dei soldi da spendere in modo diverso.
In Francia anni fa è uscita una legge che vieta ai “riparatori” di dire che è meglio comprare un oggetto nuovo anziché ripararlo.
Qui in Italia dovrebbe essere approvata una legge simile quantomeno come forma di rispetto e onestà verso i cittadini.

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2023 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account