La maggior parte dei ragazzi di oggi, decide di trasformare un tranquillissimo sabato sera, in un giorno da ricordare. “Bere per divertirsi” è ciò che dicono. In realtà molti, vogliono sembrare grandi agli occhi degli amici. Per quaLnto mi riguarda, per divertirsi c’è bisogno esclusivamente della compagnia giusta. Non è necessario ubriacarsi, fare ciò che ci chiede l’alcool, sia perché ci sono tantissimi modi per svoltare un sabato sera, ma anche perché col passare del tempo, con un cocktail oggi, uno domani, il nostro organismo non reggendo più “esploderà” . L’assunzione di alte dosi di alcool, infatti, determina stato di incoscienza, coma o addirittura morte. Incide poi, in maniera più o meno evidente sugli organi di senso, restringe il campo visivo, disturba la visione binoculare, diminuisce la capacità di valutare correttamente i suoni. E’ capitato a tutti di tornare a casa una sera barcollando, ma ciò non vuol dire che deve essere abitudine. Se iniziassimo a goderci un po’ di più quello che la vita ci offre, non avremmo bisogno di introdurre altro nella nostra vita. Ubriachiamoci di amicizie che fanno bene alla salute. Abusiamo delle cose che fanno bene e non di quelle che fanno male.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account