Sembra che molti tra i giovani facciano a gara a chi beve di più ad una festa,senza però rendersi conto di quello che ciò comporta.Quando si beve molto lo si fa pensando di aumentare il divertimento,di godersi di più il momento o la serata,ma in realtà è tutto il contrario.Se si superano i limiti e si perde la coscienza non ricorderemo niente e di conseguenza sarà come non essersi divertiti e non essere stati presenti all’evento.Quindi no,non bisogna ubriacarsi,ed è proprio quello che i giovani devono capire.Ci si può divertire anche da sobri e,secondo me, anche di più di chi ha preso la sbronza.Penso che non abbia senso andare ad una festa con degli amici cari o al compleanno di un amico,poi prendere una sbronza e non ricordare nulla dell’accaduto.Ovviamente questo è il caso in cui si tende all’eccesso,ma bere in modo moderato,qualche cocktail o qualche birra,non fa male a nessuno,purchè si agisca con matura consapevolezza.La radice del problema è ,appunto,la concezione di divertimento,è proprio quella che deve cambiare.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account