Cosa significa andare ad una festa in compagnia di coetanei e assumere alcool fino a diventare ubriachi o addirittura andare in coma etilico ?
Cosa significa divertirsi senza assumere alcuna sostanza alcolica?
Se ogni sabato mi ubriaco fino a non ricordare niente posso essere il re della sbronza?
Se bevo posso essere il più popolare della scuola?
Ecco, queste sono alcune domande che ogni adolescente tra i dodici e i diciott’anni si pone ogni volta che qualcuno propone di fare una festa o è in arrivo il “sabato sera”.
Alcuni giovani pensano che l’alcool sia necessario per divertirsi fino in fondo e quindi il consumo di questa sostanza al giorno d’oggi è diventato quasi uno sport e non realizzano che questa “attività” stia diventando un problema grave e da risolvere.
Bere secondo alcuni significa essere più importanti, ma non è così perché succede spesso che quando si è sbronzi ci si rende ridicoli, si dicono cose che da sobri non si direbbero e ci si pente delle azioni fatte.
Questa voglia di bere è spesso scatenata dalla paura di non essere all’altezza delle persone più mature e agli occhi dei coetanei.
il divertimento non è sinonimo di alcool, infatti ad una festa puoi ballare, cantare, anche solo chiacchierare senza il bisogno di assumere sostanze alcoliche e se sopraggiunge la sete mi raccomando… ubriacati di H2O!

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account