E’ noto a tutti che i soldi talvolta creano controversie, soprattutto in famiglia, quando si giunge al momento dell’eredità; ma anche al di fuori del nucleo familiare, quando, per un prestito o quant’altro, in un batter d’occhio si passa dall’essere amici, a non esserlo più. I soldi non sono motivo di felicità, ma non devono nemmeno diventare causa di litigi. E’ sempre piacevole sentire delle storie in cui il denaro passa in secondo piano, sovrapponendo ad esso i valori importanti di una persona. Nelle trasmissioni televisive o sul web, circolano talvolta delle interviste rilasciate da persone che, avendo ritrovato dei soldi di cui il proprietario è ignoto, decidono di intraprendere delle ricerche per restituirglielo. Aprendo un link che riguardava proprio questo, mi ha subito colpito una frase, in cui l’interessato spiegava di aver restituito un’ingente somma di denaro, che aveva trovato in un parcheggio, poichè pesava troppo sua sua coscienza. In questo periodo di crisi economica, non tutti avrebbero agito come questo signore. Personalmente, non mi sono mai trovata in tale situazione, ma penso che mi sarei comportata allo stesso modo, poichè tutto ciò che possiedo vorrei fosse frutto del mio impegno, piuttosto che del lavoro di qualcun’altro. Ma rovesciando la moneta, dobbiamo pensare a tutte quelle persone che attuano dei furti, rubando il denaro o altri beni materiali, i quali talvolta sono spesso destinati a progetti importanti ed il derubato si ritrova sull’orlo di un precipizio. Quest’episodio dimostra l’assenza di valori al giorno d’oggi, come l’onestà e la generosità. I miei pensieri sono positivi e voglio credere e sperare che tali valori non siano venuti a mancare in tutte le persone. Il denaro e i beni materiali potranno anche arricchirci e renderci agiati, ma la vera ricchezza risiede nell’animo e si fa avanti attraverso i valori che possediamo, i quali non si acquistano.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account