Una considerazione dell’obesità può essere fatta prendendo in considerazione il mondo della politica. Deludendo gran parte dei lettori, il concetto che nella politica c’è molta disonestà non è condivisibile. Il politico corrotto non è un disonesto, è un criminale, cioè una persona che ha commesso un reato e le sue azioni entrano nella sfera dell’illegalità; anzi, parlando di disonestà, di fatto gli si fa un favore. Idem dicasi del politico che non mantiene le sue promesse: è spesso indimostrabile che fosse cosciente che si trattava di un inganno pianificato

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account