“Mentre la tasca si svuota, il cuore si riempie.”
– Victor Hugo.
Credo non esista citazione migliore di questa per riassumere un concetto tanto semplice ma complicato al tempo stesso. “Generosità”, una sola parola che riesce a racchiudere un significato dalle mille sfaccettature. Ma va di pari passo con l’onestà? Forse. Apparentemente, probabilmente, no; ma, riflettendoci su, è possibile rendersi conto di quanto questi due concetti siano estremamente correlati. Se, infatti, veniamo a conoscenza del significato etimologico di “generoso”, ci rendiamo conto che questo è “nobile d’animo”; e chi, più di una persona nobile d’animo, è retto e leale, quindi, “onesto”?
Entrambe sono due immense qualità che dovrebbero appartenere ad ognuno di noi. Uso il condizionale, in quanto, purtroppo, oggi, non sempre è così.
Essere generosi con qualcuno, prestare disponibilità ad egli non fa altro che riempire il nostro “io” interiore di emozioni e sentimenti che non possono essere compensati né col denaro, né col successo.
In una società come la nostra, destinata ad evolversi, la mancanza di due caratteristiche tanto importanti, quelle sopra citate, potrebbe essere fatale. Riflettiamo su questo, usciamo dal guscio che ci siamo creati e iniziamo a pensare un po’ più agli altri: ci troveremo certamente ricompensati!

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account