Sui giornali hanno raccontato la storia di un autista che in un parcheggio ha trovato una busta con 43 mila euro e anche una carta d’identità; senza pensarci due volte, ha restituito tutto il denaro e come ricompensa ha voluto solo che gli offrissero un caffè.
Una persona veramente onesta, ma forse pochi si sarebbero comportati come lui.
Con tutti i ladri e i disonesti che ci sono in giro, fa notizia una cosa così, tanto più che questa persona fa un lavoro normale e quei soldi gli avrebbero fatto comodo per pagare magari i debiti della casa,ecc.
Per una persona normale i 43 mila euro non cambiano la vita, ma possono fare la differenza tra averli e non averli.
Forse l’autista sa quanto costa vivere e quanta crisi c’è, e quanto sacrificio è mettere da parte un po’ di soldi, magari avrà pensato che se i soldi persi fossero stati i suoi sarebbe stato contento se qualcuno glieli avesse restituiti.
Se i soldi trovati nel parcheggio fossero stati 50 euro, la maggior parte delle persone gli avrebbe messi nel portafoglio, ma 43 mila euro in contanti fa pensare; c’è il sospetto che i soldi possano essere stati rubati o che il denaro sia falso.
Di onestà e generosità c’è n’è sempre meno, sono due cose che ormai hanno poco valore; dovremmo prendere tutti esempio dall’autista e magari le cose nel nostro paese andrebbero sicuramente meglio.

0
1 Comment
  1. Marco 5 anni ago

    Ciao mattiatoto99 !
    Hai espresso in modo semplice il tuo pensiero anche se dal punto di vista formale potevi rendere il tuo post pi

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account