Onestà, generosità, altruismo….: in quest’epoca di lavoro sfrenato, in cui l’unico scopo è guadagnare, a volte anche a scapito degli altri, si potrebbe pensare che questi valori si siano ormai estinti, ma non è sempre così. Infatti, anche al giorno d’oggi, si possono trovare significativi esempi di onestà da parte di persone proprio come noi: un caso lampante potrebbe essere quello di Luigi Tidei, un signore marchigiano il quale, dopo aver trovato un portafogli sotto la sua autovettura, non ha esitato a restituirlo al suo legittimo proprietario. Un gesto ordinario, sì, ok, ma non se dentro al portafogli si trovano ben 43 mila euro! Il benefattore ha giustificato la sua azione, affermando che per lui sarebbe stato un peso troppo grande se si fosse tenuto la somma di denaro e perciò ha deciso di liberarsene nel modo più corretto. Purtroppo per noi, non viviamo nel mondo delle favole e quindi c’è anche chi, pur di arricchirsi, farebbe del male ad altre persone; questo è il caso di ladri, aggressori o borseggiatori che vivono sulle spalle di poveri innocenti. Uno degli ultimi avvenimenti in questo ambito ha avuto come sventurato protagonista un prete, malmenato da un gruppo di delinquenti che, successivamente, hanno rubato buona parte dei fondi raccolti dalla chiesa per opere umanitarie in giro per il mondo. Sempre rimanendo nell’ambito della chiesa, possiamo trovare casi in cui molte volte, chi crediamo voglia fare del bene, in realtà, fa tutt’altro. Questo è successo quando un prete del padovano, in seguito a numerosissime donazioni di denaro, ha iniziato a tenerselo per sé e a sfruttarlo per i suoi piaceri personali. Ciononostante, persone generose e oneste esistono ancora nella nostra società: spetta a noi riuscire a capire chi ci vuole aiutare veramente e chi ci sta truffando e, se proprio non troviamo modelli virtuosi, è nostro dovere diventarlo noi per primi.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account