Tutto è partito da Roma, dove un libraio ha avviato una raccolta di volumi da fornire alle carceri italiane, spesso sprovviste di biblioteche in uso ai prigionieri, per i quali la lettura sarebbe un modo per passare il tempo, per accrescere la loro cultura e per liberare la mente tramite l’immaginazione. La notizia di cronaca ha stimolato la discussione: la lettura per i detenuti è un diritto o solo una concessione e per di più limitata? All’estero sono pochi i dubbi in proposito, anzi, lì, con la lettura si dà la possibilità ai reclusi di abbreviare la loro pena, qualche giorno in meno all’anno per ogni libro letto e ciò potrebbe avvenire anche in Italia, dove è già stata formulata una proposta di legge. Per acculturarsi, leggere è una delle tappe più importanti: detenuti e detenute, che in carcere non hanno altro modo per studiare, necessitano di questa possibilità, quella di poter ottenere dei libri. A cosa servirebbe ad un recluso leggere? Sicuramente per distrarlo dalla situazione che lo circonda, poco gradevole; per accrescere la conoscenza, la quale in un certo senso è già parte della libertà; inoltre, ampliare la propria conoscenza permetterebbe loro di uscire con una testa più pulita e consapevole nella realtà che si vive all’esterno delle grate. Non ci sarebbe motivo di vietare questo diritto ai carcerati che devono scontare la loro pena, non devono essere privati di questo unico modo con cui minimamente possono sentirsi non soggetti a restrizioni; queste attività e proposte dovrebbero essere portate avanti per far felici anche quelle persone che, pur avendo compiuto atti illegali, mantengono ancora i loro diritti e che, pur potendo essere spogliati da tutti i loro averi, non possono essere privati della possibilità si accrescere il loro sapere.

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account