Si può essere liberi anche dietro le sbarre?
SI…leggendo! I libri rendono liberi, possono essere di qualsiasi genere, colore, dimensione, forma, la cosa più importante è che facciano sognare.
Nel mondo ci sono milioni di detenuti,persone che hanno commesso degli sbagli e che solo leggendo riescono a vivere in un’altra dimensione…sognano la libertà e la ottengono con delle semplici pagine scritte e una copertina! Si dice che leggere allunga la vita, a loro ne regala una nuova . Regalare un libro a un detenuto è il gesto più bello che si possa fare, lui attraverso quelle parole stampate su delle pagine bianche torna a vivere. Ha la possibilità di immedesimarsi nella storia, che a volte combacia con la sua, di incontrare persone nuove, che magari non hanno commesso nessun reato, di viaggiare in altri posti, senza evadere e senza la preoccupazione di essere inseguito dal rumore assordante di una sirena che lampeggia. I detenuti guardano il mondo da un’ altra prospettiva, e non perché sono dietro a delle sbarre, ma perché hanno lo sguardo rivolto verso un libro. La lettura li fa evadere, non dalla prigione ma dai pensieri negativi che sono rinchiusi insieme a loro in quelle celle fredde. Regaliamo un libro… regaliamo una vita nuova a un detenuto!

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account