-Magari l’Italia migliora.-
-E come?-
-Grazie allo sport.-
-Ce la deve fare da sola, non ha bisogno di nessuno!-
E se una squadra, un giocatore famoso fosse in grado di sollevare l’Italia da questa situazione, da questa crisi che sembra non voler andare via? Ci riuscirebbe? Andare avanti a domande non porta da nessuna parte. Ho sempre pensato che l’Italia sia diversa dagli altri stati, troppe differenze ci stanno; differenze che non fanno altro che far rimanere il nostro stato allo stesso livello, da sempre. Lo sport si salva, ci sono infinite squadre con i loro rispettivi tifosi. Ma non credo ce la faranno a gettare via la crisi! Lo stato e lo sport sono due mondi diversi: ognuno la pensa a modo proprio, e una coalizione tra loro non risolve assolutamente niente. L’italia se ha prefissato l’obiettivo di crescere, di migliorare, non deve chiedere di certo aiuto allo sport. Ce la deve fare da sola, imboccandosi le maniche e farne un posto migliore.
Lo sport non influisce in nessun modo sul benessere italiano, è solo questione di recuperare l’impegno perso per strada e basta!
Il resto sono chiacchiere …

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2023 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account