Ormai, nel XXI secolo, è quasi impossibile non utilizzare la tecnologia. In verità, molto spesso quando si parla di innovazioni tecnologiche, la mente corre subito a un semplice computer, a internet, ai cellulari, ma in realtà ultimamente ci sono tantissime altre invenzioni che nemmeno immaginiamo. Parecchie di esse non sono granché utili nonostante costino molto, ma altre ben presto saranno fondamentali per svolgere alcune attività.
Un oggetto studiato negli ultimi anni, che forse fino ad ora non è stato molto popolare, è la stampante 3D. Qualcosa di straordinario capace di compiere azioni che fino a un secolo fa erano impensabili. Ce ne sono di diversi tipi e dimensioni, la stampante di tipo domestico ha la grandezza supergiù di un forno e permette di avere una riproduzione reale di un oggetto tridimensionale realizzato con un software, mediante la sovrapposizione a strati di materiale; per rendere l’idea, basti pensare alle costruzioni lego.
È sicuramente molto comoda e facile da utilizzare e permette a chiunque di creare ciò che desidera. Ad usufruirne sono ormai parecchie persone; in diversi campi lavorativi viene impiegata per scopi benefici. Tra i tanti possiamo ricordare l’uso in campo spaziale in cui viene utilizzata per ricreare pezzi meccanici nello spazio, oppure nel campo della medicina che oggi sta diventando sempre più importante. Addirittura sembra che grazie a questo piccolo oggetto si siano salvate delle vite, riproducendo crani e altre parti del corpo.
Naturalmente come tutte le cose anche questa oltre ad avere molti aspetti positivi ha anche quelli negativi. Le persone possono abusare di questo attrezzo e riprodurre ciò che in realtà non serve. Inoltre viene danneggiato il lavoro di parecchi artigiani. Sarà molto più facile accendere la stampante 3d e creare un oggetto invece di andare da un professionista e ordinare ciò che si vuole e aspettare del tempo prima che sia pronto.
Io penso che se la stampante 3d viene utilizzata nei giusti limiti porterà molti vantaggi nella società di oggi, quindi come tutte le cose l’importante è non eccedere.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account