Oggi la tecnologia continua a progredire senza più alcun freno. E noi uomini di questa epoca ci lasciamo trasportare ormai schiavizzati da strumentazioni elettroniche prive di alcuna intelligenza propria. Gli artigiani non lavorano più il prodotto direttamente ma attraverso stampanti 3D inserendo dati in un computer. E meno sudiamo più siamo solo felici. Viviamo comandati dal web, ciò che dice facebook è legge per noi suoi schiavi. Ma il progresso sarebbe sempre e solo il bene? La nostra civiltà poggia sul sudore dei nostri padri, discendiamo da contadini e non sappiamo neanche come si vendemmi o come si usi una zappa. Si torni a educare il proprio figlio mettendogli una falce in mano, facendogli capire quanto i loro nonni si siano spaccati la schiena per dargli ciò che ora hanno. Si torni alla servitù della gleba, grande antidoto alla disoccupazione che questo mondo moderno e tecnologicizzato ha partorito. Si torni a servire l’imperatore e non le finanze mondiali comandate dai demoni che vivono oltre le colonne d’Ercole e troppo asservite ai governanti delle terre d’oriente. L’Europa ritrovi le sue radici e si rialzi a baluardo della civiltà e guida di tutta l’orbe terrarum.

0
1 Comment
  1. drcaparezza 4 anni ago

    Bravo! Habete ragione!
    Ove s’

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account