Nell’ultimo secolo l’uomo ha scoperto moltissimi oggetti e tecnologie indirizzate a semplificare la vita sia domestica che lavorativa.
Un’invenzione molto recente è la stampante 3D. Essa permette di avere una riproduzione reale di un modello 3D realizzato con un software di modellazione 3D. In più offre la possibilità di stampare e assemblare parti composte da diversi materiali in un singolo processo di costruzione.
Queste stampanti sono un’ invenzione fantastica e innovativa però hanno un difetto!
Esse, svolgendo così tante attività in una sola stampa, inducono i proprietari di aziende a preferirle agli impiegati perché più economiche, più veloci ma sopratutto con una soglia di errore molto bassa rispetto ad un lavoratore umano.
Quindi in un momento di crisi come ora utilizzare queste tecnologie piuttosto che il lavoro manuale porterebbe soltanto ad aumentare la disoccupazione e la crisi.
Penso che le nuove tecnologie siano vantaggiose da un lato ma pericolose dall’altro. Bisognerebbe usarle con cautela e nel giusto modo senza sfavorire l’uomo e senza far aumentare la disoccupazione.
Aurora Ferrario 3aaf

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account