Se mi venisse proposto di andare all’estero per conciliare lavoro e formazione, penso che non mi tirerei affatto indietro, anche se in realtà avrei qualche titubanza, in quanto recarsi all’estero significa lasciare il proprio paese di origine dove si è nati e cresciuti e andare ad abitare in una realtà completamente nuova. Sarebbe quindi come ripartire da zero, iniziare una nuova vita, lontano dalla propria famiglia e dai propri amici, e ciò non è certo facile.

Per allontanarsi dal proprio ambiente e cercare successo altrove, occorre prima di tutto  essere delle persone preparate, che sanno a cosa vanno incontro, perché andare in un altro paese, non è affatto un gioco, bisogna essere dotati di  particolari capacità e competenze, oltre ad essere attivi, intelligenti, aperti e pronti ad impegnarsi e ad applicarsi sul lavoro.

Inoltre bisogna essere armati di tanta buona volontà, una dote essenziale di tutti quei giovani, che vogliono avere un futuro migliore mettendosi in gioco. Dal canto mio non rifiuterei mai una proposta di lavoro all’estero, anche se sono consapevole che ciò richiederebbe grandi sacrifici; tuttavia, come dice il proverbio, “ tentar non nuoce”, si deve prendere a volo ogni occasione.

Andare all’estero è sicuramente molto vantaggioso per un ragazzo che ha appena terminato gli studi, in quanto oltre a trovare un lavoro potrà anche accrescere il proprio sapere e la propria cultura, apprendendo ad esempio una nuova lingua. Da qualche anno il governo tedesco richiama giovani da tutta l’Europa offrendo loro lavoro e formazione, si tratta di un’ottima iniziativa, grazie alla quale si potrà ridurre il numero dei disoccupati italiani che ancora oggi vivono a spese dei loro genitori, non hanno un lavoro, e non possono sposarsi, perché non saprebbero che futuro dare ai loro figli.

Anche nel passato la Germania è stata un paese in cui molti italiani hanno trovato lavoro, un paese ben organizzato in cui si rispettano le regole, si lavora con serietà, si riceve uno stipendio adeguato e pertanto assicura un’ottima qualità della vita; forse per questo resta sempre una meta molto ambita soprattutto per i giovani che sono disposti a cercare occasioni professionali fuori dall’Italia, confrontandosi con altri paesi, spesso molto più dinamici del nostro che offrono anche numerose opportunità di svago e di vita all’aria aperta.

Tutti coloro quindi che sono interessati ad andare in Germania devono sbrigarsi a non perdere questa opportunità, perché il treno passa solo una volta, e se si è davvero convinti a intraprendere questo viaggio con lo scopo di migliorare se stessi, che partano adesso. In verità, non mi sembra affatto giusto che io, ragazza italiana, inviti gli italiani ad andare in altri paesi lasciando il nostro. Purtroppo oggi, per trovare una occupazione soddisfacente, emigrare diventa l’unica soluzione. Perciò in attesa che le cose si sistemino anche nel nostro paese, invito tutti quelli che hanno delle buone intenzioni ad afferrare questa occasione che offre il governo tedesco, anche se spero che sia solo una piccola percentuale ad andar via, perché mi dispiacerebbe se molti fossero costretti a lasciare la nostra terra, per giungere in luoghi lontani e sconosciuti, anche se la ragione è solo quella di poter garantire, un futuro migliore alla propria famiglia.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account