Il telefonino che viene utilizzato durante le ore scolastiche, può essere oggetto di distrazione che fa ottenere effetti negativi per quanto riguarda il profitto dello studente. Però dobbiamo anche dire che la tecnologia del giorno d’oggi ha portato gli smartphone a non essere più semplicemente dei mezzi di comunicazione, ma anche mezzi per permettere agli alunni di ripassare e studiare argomenti magari svolti in classe. Perciò penso che usare i telefoni cellulari non sia del tutto sbagliato durante le ore scolastiche, e che essi non siano solamente strumenti di distrazione, in quanto possono essere utilizzati per prendere appunti, ricercare informazioni sul web e per altre molte funzioni. Certo che però sta ad alunni e professori sapere quando è il momento opportuno per utilizzare questi smartphone o tablet. È necessario capire che le nuove generazioni sono dipendenti da questi strumenti in quanto sono cresciute con l’utilizzo di essi. Bisogna quindi trovare un punto di equilibrio a seconda del luogo in cui ci si trova e possedere la maturità per capire come e quanto sfruttare al meglio questa risorsa, che utilizzata in maniera responsabile, ritorna molto utile. In conclusione spero che al più presto si possano inserire i libri tecnologici in tutte le scuole, per uscire dall’età della pietra e entrare nell’ormai matura era della tecnologia.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account