Ormai gli smartphone sono necessari per quasi tutti gli aspetti della vita comune, quasi come non sapessimo più vivere senza, e quindi anche noi studenti, mentre andiamo a scuola, ce li portiamo sempre dietro. Però il cellulare spesso ci distoglie l’attenzione dalla lezione per focalizzarla su uno stupido giochino o su una qualsivoglia altra cosa che serva a “spegnere” il nostro cervello. E’ anche vero che molto volte tablet o smartphone possono essere utili per seguire le lezioni, anche solo recuperando un testo o una foto che magari non sono presenti sui libri di testo. Qundi è complicato regolamentarne l’utilizzo, sicuramente non si può lasciare il libero uso perché saremmo subito lì a messaggiare con il vicino di banco senza seguire nemmeno una parola della lezione ma non credo neanche ci sia bisogno di vietarne l’utilizzo in assoluto. Però utilizzarlo in classe, come hanno fatto quei ragazzini della nostra città, per riprendere i professori o disturbare la classe è eccessivo; ma prima di passare alle maniere drastiche forse sarebbe più utile capire il motivo per il quale abbiano fatto ciò e magari trovare un modo per riportarli all’attenzione senza privazioni poiché molto spesso non portano ottimi risultati. Quindi non credo sia necessario sequestrarli immediatamente alla prima infrazione ma se vengono utilizzati più volte o se ciò porta a disturbare anche gli altri che magari stavano seguendo.

0
Commenti
  1. federotulo 3 anni ago

    Io posso dire che la tecnologia e l’apprendimento possono essere accoppiati, ma non in tutti i casi. E’ l’esempio della LIM, lavagna omnicomprensiva ed efficace, montata da circa una anno e mezzo nel mio istituto. Purtroppo non si pu dire la stessa cosa dei cellulari: sono fonti di distrazione e possono provocare l’esclusione (o come minimo una nota disciplinare) di un alunno. Se i professori non agissero di conseguenza, punendo gli studenti, sarebbe come dare un “via libera” all’utilizzo dei cellulari. Le misure drastiche sono una sorta di monito, cosicch

  2. miristella 3 anni ago

    Le punizioni drastiche, come hai detto tu, a volte non sono efficaci,

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account