“L’uso del cellulare e di altri dispositivi elettronici rappresenta un elemento di distrazione sia per chi lo usa che per i compagni, oltre che una grave mancanza di rispetto per il docente configurando, pertanto, un’infrazione disciplinare sanzionabile attraverso provvedimenti orientati non solo a prevenire e scoraggiare tali comportamenti ma anche, secondo una logica educativa propria dell’istituzione scolastica, a stimolare nello studente la consapevolezza del disvalore dei medesimi”.
Fin da sempre è risaputo che l’uso di cellulari è vietato in classe, poiché è causa di distrazione e soprattutto perché permette agli studenti di copiare o simile durante i compiti in classe; per questo scuole ed insegnanti spesso devono porre dei limiti ai loro studenti. Ma perché gli insegnanti possono, invece, utilizzarlo? Infatti, a scuola, è vietato utilizzare il cellulare, ma non quei dispositivi tecnologici utili alla didattica come possono essere per esempio un tablet o un iPad. Inutile dire che quest’atteggiamento può creare non poca confusione nei ragazzi inducendoli a chiedersi per quali motivi il loro professore può utilizzare il cellulare, quando è stato lui stesso a vietarne l’uso. Insomma, in fondo si tratta di correttezza, fra l’altro ribadita nella stessa Circolare Fioroni nella quale è possibile leggere che: “Il divieto di utilizzare telefoni cellulari durante lo svolgimento di attività di insegnamento e apprendimento, del resto, opera anche nei confronti del personale docente”. Eppure, se uno studente dovesse avere un qualche tipo di problema in famiglia basta informare il professore di dover utilizzare il cellulare. E per questo, nel momento in cui ci dovesse essere lo stesso problema per il docente, anche lui dovrà fare lo stesso mettendo al corrente i suoi studenti che il suo telefono potrebbe squillare durante la lezione. Eppure non è così, poiché durante la lezione, squilla molto spesso il loro telefono, e tranquillamente rispondono. Sono dell’idea che o si rispetta totalmente la regola, oppure la si annulla proprio.

0
1 Comment
  1. Osservatore 3 anni ago

    Ciao, ci siamo resi conto che il tuo post

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account