Il telefono cellulare è ormai un oggetto d’uso molto diffuso tra i giovani e i giovanissimi, che talvolta può portare ad una dipendenza da esso per chi lo utilizza costantemente. Come è ben noto, lo smartphone non è solamente un telefono,ma è uno strumento dotato di altre valenze tecnologiche che ne rendono l’uso ampiamente vario e ricco,come la fotocamera, la possibilità di effettuare registrazioni,la connessione ad internet e molte altre funzioni.
E’ bene chiedersi : Bisogna essere favorevoli all’utilizzo del cellulare a scuola oppure deve essere assolutamente vietato a scuola e quindi coloro che lo utilizzano sanzionati?
Lo smartphone, così come i tablet e tutti gli altri strumenti tecnologici, se utilizzati in modo appropriato possono diventare dei veri e propri alleati dello studente nello studio. E’ ormai necessario conciliare lo studio tradizionale alla tecnologia attuale.
Lo smartphone è una vera e propria enciclopedia portatile che può essere consultata in qualsiasi momento,è utile per ricercare informazioni nell’immediato e fare approfondimenti tempestivi su argomenti trattati in classe. Per quanto, però i mezzi tecnologici possano obiettivamente avere effetti benefici sullo studio, il loro utilizzo deve essere regolamentato.
Innanzi tutto i docenti devono dare il consenso per l’uso della tecnologia nelle loro ore di lezione, ed inoltre il regolamento scolastico deve prevedere sanzioni per coloro che abusano di questi mezzi in momenti non prestabiliti oppure coloro che ne fanno un uso inappropriato e non inerente alla lezione scolastica. Per tanto lo strumento tecnologico, se opportunamente regolarizzato nel suo utilizzo, può essere un valido supporto per lo studente di oggi come avviene già nei Paesi Occidentali tecnologicamente avanzati, in particolare in Svezia, dove lo smartphone è ampiamente utilizzato da tutti gli studenti ed è per loro un importante ausilio nel raggiungere sorprendenti risultati a scuola.

0
1 Comment
  1. miristella 4 anni ago

    Articolo ben scritto, con un linguaggio appropriato e privo di errori significativi (forse solo uno di battitura). Anche io la penso come te, penso che bisogna cambiare le attuali normative per permettere un pi

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account