Ormai tutti noi abbiamo uno o più telefoni che servono per comunicare tra di noi, e molti genitori comprano costosi telefoni ai loro figli all’età di almeno 10 anni, che a quanto pare non usano più di tanto, se non per vantarsene con gli amici e compagni di scuola.
Come è successo questo caso a Torino, può succedere in tutte le scuole e per me la sospensione è stata la cosa più giusta da una parte, dall’altra è stata una violazione di privacy.
Anche perché se viene usato il telefono in classe sarebbe solo una distrazione, anche se l’idea non mi dispiacerebbe per niente.
Come invece in altre scuole l’utilizzo di questi dispositivi come telefoni, computer, tablet sono indispensabili per lo studio e danno risultati sorprendenti.
Secondo me utilizzare il telefono in classe, sarebbe una perdita di tempo, è come se siamo a casa e a questo punto le scuole dovrebbero sparire dato che gli alunni ormai si farebbero i fatti loro e nessuno ascolterebbe la lezione.
Gli insegnanti invece magari loro li lasciano perché pensano che comunque vengono pagati anche se non fanno niente, io se fossi un’insegnante e i miei alunni restano a fissare il telefono per ore mi arrabbierei parecchio dato che per l’intera lezione mentre loro si fanno i fatti loro io, dovrei sgolarmi per far capire qualcosa, poi per carità ci sono quegli alunni che ascoltano la lezione e di seguito quando avranno una verifica loro sapranno l’argomento.
Comunque alla fine io penso che comunque gli insegnanti dovrebbero scegliere se far usare il telefono in classe, se poi in alcuni casi ci sono voti più alti e in altri casi c’è solo un peggioramento.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account