Ad oggi, la tecnologia si è ritagliata un ruolo predominante nella nostra quotidianità soprattutto per i giovani. Essendo lo smartphone uno strumento che è costantemente a portata di mano di tutti i giovani è inevitabile che possa essere usato anche in luoghi dove non si dovrebbe.
A mio parere uno di questi è la scuola.
Questo perchè, come detto nello studio della “London School of Economics”, uno studente che utilizza il telefono in classe perde, in media, una settimana di lezione l’anno. Il verbo utilizzato secondo me è il più appropriato infatti, lo studente, perde del tempo stando sullo smartphone invece di seguire le lezioni perché, essendo questi pieni di applicazioni e funzionalità, distraggono la sua attenzione che preferisce magari giocare o scrivere messaggi invece di seguire la lezione, cosa che reputa più noiosa. Infatti l’utilizzo in se del telefono durante le lezioni potrebbe portare un grandissimo vantaggio nell’apprendimento e magari rendere le lezioni più accattivanti e interessanti ma, la modalità di come attualmente viene utilizzato lo rende da possibile strumento di miglioramento a causa primaria della distrazione. Anche perché se si sta attenti in classe, durante le lezioni, poi è molto più facile lo studio individuale a casa, quindi non vedo il motivo per cui ci si debba complicare le cose distraendosi.
Un altro motivo per cui, secondo me, sarebbe proibito utilizzare i telefoni in classe riguarda il rispetto della privacy. Sempre più spesso infatti si sentono notizie di stenti che con il loro smarritone filmano o fotografano gli insegnanti e poi postano questi video/foto sui social solo per farsi vedere “coraggiosi”. A parte per l’aspetto meramente legislativo dove questo è definito un reato, il fatto più grave sta nella morale della suddetta azione, cioè a dire che gli autori di queste “prodezze” non hanno nessun rispetto per l’autorità del professore e nemmeno paura delle conseguenze.
In conclusione penso che potrebbe risultare utile l’utilizzo dei telefoni durante le ore di scuola, come d’altronde fanno nei paesi nordici, ma soltanto se usato per scopi didattici e non come distrazione.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account