Selinunte era una città antica della Grecia situata sulla costa sud ovest della Sicilia. Ad oggi i ruderi si trovano sul territorio del comune di Castelvetrano nella parte meridionale della provincia di Trapani. Selinunte deriva da “selinon” che significa “sedano” che ancora oggi vi cresce selvatico; il sedano è diventato il simbolo della città. Il tempio di Selinunte era progettato per accogliere un grandissimo numero di Fedeli, era dedicato al Dio Apollo. Un tempo presentava 8 colonne sul fronte 17 sui fianchi, altre colonne e navate costituivano la “cella” dove era custodita la statua del dio venerato .Del grande edificio è rimasto solo un ammasso di rovine, resta un’ unica colonna chiamate il “fuso della vecchia” dagli abitanti della zona. È stato proposto di ricostruirlo utilizzando parti originali, se i lavori non inizieranno subito tutto andrà perduto. Io credo che non sia giusto rifare il tempio perché essendo quasi distrutto si dovrebbe ricostruire quasi completamente diventano una brutta copia dell’originale. In più ci vorrebbe troppo denaro e in questo periodo di crisi, dove si fatica ad arrivare a fine mese, credo sia più importante occuparsi di tutti i problemi che mettono in difficoltà le famiglie italiane. Sarebbe bello poter ricostruire il tempio, ma tanti soldi possono aiutare mamme a fare la spesa, bimbi ad andare a scuola, giovani a trovare lavoro, malati a guarire.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2018 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account