Le persone ragionevoli lasciano stare i dischi in vinile: i dischi non si possono ascoltare durante un viaggio in treno o in autobus, si deve avere tantissimo spazio nello scaffale per sistemare tutti i dischi e si deve essere una casalinga diligente per mantenere l’ordine e per pulire ogni pezzo unico. I dischi in vinile non sembrano adattarsi al nostro secolo moderno, tuttavia, ci sono ancora alcuni che li apprezzano, che amano sentire il crepitio quando l’ago tocca il disco e fa suonare ancora una volta la canzone preferita, che amano l’ambiente quando entrano in uno dei pochi negozi dove sono ancora venduto dei dischi. Quando si parla dei dischi in vinile non si tratta di ragione, ma di passione. Tante persone ascoltano la loro musica sullo smartphone: quando viaggiano, siedono in autobus o fanno jogging. La musica è un bel passatempo per loro, ma quando una persona appassionata di dischi in vinile comincia a parlare, dice che i dischi si devono ascoltare a casa, sedendo sul divano, non si tratta di passatempo, si tratta di un’esperienza d’ascolto completamente diversa. Tuttavia, le persone ragionevoli dovrebbero tenere le mani lontano da questi dischi: sono pesanti e ingombranti e non a buon mercato. Ma come ho detto: non si tratta di ragione, ma di passione.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account