Negli ultimi anni stanno aumentando a dismisura le truffe o il maltrattamenti sugli anziani, che, non essendo molto autonomi e possenti, sono facili prede dei tuffatori, che possono essere ladri oppure possono essere falsi operai, poliziotti, che entrano in casa di essi facendosi credere lavoratori, per poi far pagare alla vittima somme di denaro assurde senza aver migliorato di una virgola la situazione.
Anche se ancora non è stata scritta nessuna legge, si sta pensando di aggravare la pena per le truffe attuate ai maggiori di 65 anni.
A parer mio sarebbe giusto attuare una legge del genere, poichè praticare questi atti nei confronti di una persona più vulnerabile rispetto a un giovane o adulto, è un gesto che deve essere punito in modo più severo.
Un esempio è sicuramente Antonio Bedin, un pensionato di 69 anni che dopo aver risparmiato ben 500000 euro nel corso della sua vita, comprando diverse azioni, ha scoperto che ormai valevano solo 800 euro.
Esso si è in seguito suicidato dopo aver lasciato un biglietto con scritto “non ce la faccio più”.
Mi auguro quindi che si prenderanno dei provvedimenti a riguardo, e che si applichi questa legge.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account