Ragazzi, ragazzi, è arrivato Coro!
È un robot autonomo; è stato progettato dai ricercatori della scuola Sant’Anna di Pisa; Coro è il robot-badante; il suo compito è aiutare gli anziani: gli accompagna da una stanza all’altra, porta oggetti, ha aiutato un’educatrice ad allenare la mente dei pazienti con domande basilari, li monitorava e quando qualcosa non andava bene, informava il personale. Ha lavorato alla residenza assistita san Lorenzo di Rovenzano a Firenze e secondo un’intervista a molti pazienti, Coro, è molto simpatico.
Coro e altri due robot fanno parte del progetto robot-era: tra cui un collaudato ad Ancona nella casa domotica e l’altro in Svezia in un condominio per anziani.
Secondo me Coro è una gran bella invenzione! È molto utile, però c’è da specificare che comunque Coro non ha delle emozioni ma è una macchina e per questo le sue azioni sono prefissate; io ad esempio avrei paura ad affidare un mio famigliare ad una macchina, nonostante sembri un idea allettante il fatto che un robot ti aiuti.
A parere mio i robot dovrebbero svolgere azioni come pulire casa, fare la spesa o tenere compagnia, insomma azioni senza rischi.
A me piace molto l’idea di avere un robot, ma per ora preferirei che questi non si occupassero degli anziani; perché non si sa mai che cosa potrebbe succedere.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account