Negli ultimi anni le scoperte in ambito tecnologico sono cresciute sempre più e queste ultime riguardano settori di ogni genere. Basta pensare che uno dei quesiti postoci poche settimane fa riguardava i dibattiti tra fautori del cartaceo e sostenitori degli E-Book.
L’innovazione è quindi diventata una quotidianità. Il difficile allora in cosa consiste? Diventando una società con sempre più mezzi a disposizione è molto complesso trovare un “oggetto” che non ci sia già sul mercato o che addirittura non sia già passato di moda.
Coro è il nuovo robot badante progettato dalla scuola Superiore Sant’Anna. Mi sono informata seguendo diverse interviste e video su Internet e ho potuto dedurre che questo nuovo ingegno può avere diversi lati positivi come altrettanti negativi.
Sostengo che Coro possa essere un grande aiuto per gli anziani. E’ sempre presente in quanto non si ammala, può svolgere commissioni e attività (somministrare le medicine, pulire, ricordare date e orari) cosi come farebbero delle normali badanti. Inoltre per le famiglie potrebbe costituire un affare economico in quanto il costo da sostenere avviene una sola volta e non mensilmente.
Bisogna però mettere in luce che nel caso in cui Coro passasse il vaglio di Bruxelles e ottenesse grandi riscontri il numero di lavori disponibili come badanti diminuirebbe. Lato negativo per coloro che sono in regola e hanno diritto di soggiorno mentre altro lato positivo per lo Stato in quanto diminuirebbero i casi di lavoratrici in nero.

1 Comment
  1. nicotiri 7 anni ago

    Ciao,
    ho letto il tuo articolo e dal punto di vista tecnologico nulla da eccepire spieghi molto bene, per

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2023 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account