Su questo tema non mi so esprimere in modo assoluto, poiché ci sono sia pro sia contro. Il primo di quest’ultimi penso sia una questione morale: tenendo conto della mia esperienza personale, so che gli anziani hanno bisogno d’affetto e soprattutto devono sentirsi ancora “vivi” e non dimenticati. Molto spesso succede che ci dimentichiamo di loro, presi dai nostri impegni e dai nostro svaghi, ma non possiamo trascurarli. Gli anziani sono dei libri che rappresentano i racconti delle epoche passate: non c’è niente di meglio che sentirli parlare delle loro esperienze, dei loro sentimenti, delle loro vecchie paure e gioie. Penso che se usassimo i robot per prenderci cura di loro, rischieremmo di dimenticarcene giudicandoli protetti e sicuri. Però è ovvio che ci sono anche vantaggi sull’uso di queste macchina robotiche: pur non sapendo molto sulle loro prestazioni, sicuramente saranno in grado di sollevare gli anziani da lavori pesanti o pericolosi come raggiungere mensole troppo in alto,passare l’aspirapolvere e buttare l’immondizia; forse saranno in grado anche di mettere in fuga truffatori e malintenzionati. Però starà all’uomo, nel caso queste nuove tecnologie prendessero campo, mediare tra l’ affetto degli uomini e l’ efficienza del robot!

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account