La tecnologia migliora sempre di più di anno in anno, mese dopo mese, giorno dopo giorno. Numerose sono state le invenzioni tecnologiche negli ultimi decenni. L’ultima frontiera è data dai robot, i quali stanno ricevendo doti e caratteristiche quasi umane. Un ottimo esempio è dato da Coro, il robot badante. Questo robot potrebbe aiutare e sostenere le persone nella vecchiaia e questo fa in modo di facilitargli la vita di ogni giorno. Ovviamente, gli aspetti positivi di questo nuovo badante sarebbero molteplici, ma non sono da escludere anche aspetti negativi. Il badante è un lavoro molto diffuso ai giorni nostri e la messa in commercio di Coro provocherebbe il licenziamento di moltissime persone. In uno Stato dove il lavoro scarseggia e la crisi economica avanza, non dobbiamo permettere di farci rubare il lavoro da un robot. La maggior parte degli italiani di oggi è in cerca di un mestiere e noi dovremmo sicuramente cercare di aiutarli creando nuovi posti di lavoro, invece di privarli degli unici che ormai sono rimasti. Concludo affermando che è vero che i robot domestici aiuterebbero molto gli anziani nel mondo, ma è altrettanto vero che possono farlo anche le persone. Vale la pena allora sostituire una mano umana con un ammasso di metallo e di ingranaggi? Come si fa inoltre a sostituire un cuore umano dotato di sentimenti con quello freddo e gelido di un robot? Tutto ciò non è possibile..

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account