Doro (Domestic Robot), Coro (Condominium Robot) e Oro (Outdoor Robot) sono i nomi di tre robot inventati dalla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. Sono capaci di svolgere mansioni giornaliere necessarie; come, ad esempio, buttare la spazzatura, fare la spesa e pulire casa. Ancora non sono in vendita ma, se riusciranno a superare un esame davanti a una specifica commissione a Bruxelles, sarà possibile vederli nelle nostre case entro Febbraio. La vera spinta per l’ideazione di questi servizievoli automi è quella di impiegarli, oltre a svolgere le “faccende domestiche”, soprattutto per dare un aiuto sostanziale agli anziani. Si è pensato che fosse necessario, per molte persone, disporre di qualcuno in grado di sorvegliare e accudire i “ loro nonni”: una possibile soluzione cibernetica come opzione alternativa alle badanti, troppo poche in Italia. Non ci si rende conto, però, che molte volte una persona ha bisogno, più che della compagnia, dell’affetto di qualcuno: qualcuno di umano. In questo caso, penso che nessun robot potrà mai sostituire un abbraccio o una bella chiacchierata tra parenti, o con persone fisiche. Forse l’unica cosa di cui un anziano non può fare a meno è amare e sentirsi amato: di sicuro la vicinanza umana gli permetterà di non sentirsi mai isolato, trascurato o dimenticato.

0
Commenti
  1. giadinca 5 anni ago

    Ciao dalla redazione i Carbo..Idrati!
    La scelta dell’immagine

  2. mikyreporter 5 anni ago

    L’articolo

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account