A Pisa sono stati progettati tre Robot con lo scopo di accudire gli anziani; i loro nomi sono: ORO, DORO e CORO. I tre robot sono stati progettati ognuno per un luogo diverso dove svolgere le proprie attività; ovvero dentro casa, nel condominio e in strada. Il Robot domestico è in grado di svolgere piccole mansioni domestiche, quello condominiale per o più svolge un attività da guardiano e quello sperimentato per strada può buttare la spazzatura. La fantascienza già nello scorso millennio aveva fatto immaginare che l’uomo sarebbe arrivato a questo punto: robot si o robot no? Per quanto mi riguarda la cosa non mi entusiasma affatto, forse sarò un po’ all’antica o magari sarò io che farò fatica a fidarmi, ma pensare a queste macchine insieme nella nostra società è una cosa che mi mette davvero paura, soprattutto pensare a cosa potrebbe derivarne più avanti. Per come la penso io bisogna smettere di pensare ai robot come degli ammassi di latta con sembianze quasi umane in grado di camminare e affrontare un dialogo o persino salutarti per strada. I robot sono quelli che da diversi decenni svolgono mansioni, soprattutto nelle fabbriche che , nel migliore dei casi, un uomo avrebbe avuto difficoltà a svolgere e, nel peggiore, non lo avrebbe potuto neanche fare, aumentando in modo pazzesco il rendimento di un’azienda. Nulla da togliere allo stupendo lavoro che stanno compiendo i nostri ingeneri, che hanno portato l’Italia a essere leader nel settore dello sviluppo del mercato della robotica, ma molto probabilmente è un lavoro che io non avrei mai fatto.

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account