Ci siamo sempre chiesti, vedendo film o altri programmi in televisione, se in un futuro vicino o lontano che sia, i Robot entreranno nella nostra vita quotidiana o addirittura sostituirci. Si può dire che nel “futuro delle tecnologie” ci siamo, almeno in parte, arrivati con nuove invenzioni all’avanguardia.
Una delle novità che ci sta riservando è quello della possibilità che un Robot possa sostenere ed aiutare le persone anziane; sono le cosiddette “badanti robotiche” che sono in grado di fare tutto ciò di cui un anziano non è più in grado a fare, come: portare fuori la spazzatura, fare la spesa, pulire la casa etc…
Questa innovazione, però, ha certe controversie: un Robot, sì, può fornire un aiuto materiale e fisico all’anziano, ma il sostegno morale? Una macchina può avere ed esternare i propri sentimenti come è in grado di fare un essere umano? Le persone anziane sono quelle che, maggiormente, tendono ad isolarsi e chiudersi in sé stesse, abbandonate dalle famiglie e da tutti, quindi non so se in questo caso Robot come badante possa essere una valida sostituzione a quella umana.
Inoltre, bisogna anche prendere in considerazione i costi, infatti un Robot comporta delle spese elevate sia per l’acquisto e sia per le sue eventuali manutenzioni e coloro che ritirano solamente la pensione minima, nella maggior parte degli anziani in Italia, non possono permetterselo.
E’ da considerare anche l’introduzione della macchina in un settore lavorativo impiegato da migliaia di persone, soprattutto straniere, comporta la perdita di lavoro umano, che qui in Italia ce n’è già poco.
Su una cosa, però sono convinta, che un Robot non si approfitterà della debolezza e della fragilità dell’anziano per compiere atti ingiuriosi, come rubare il denaro in casa, fatto da molte persone senza cuore e dignità, il Robot manterrà sempre la sua fedeltà verso chi è in più debole, quindi sì in questo caso sarebbe una valida alternativa contro umani predoni.
Andando più avanti nel tempo, le tecnologie si evolveranno tanto da esserne sopraffatti e ne diventeremo sempre dipendenti.

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account