Il progetto europeo “Robot-Era”, coordinato dall’istituto di biorobotica della scuola superiore Sant’Anna di Pisa, ha realizzato tre robot per aiutare nei contesti urbani e domestici le persone anziane, come se fossero delle vere e proprie badanti: Doro, Coro ed Oro.
Il robot Doro (domestic robot) aiuta l’anziano a muoversi e a ricordarsi delle medicine, Coro (condominial robot) si occupa della sicurezza del condominio e lo sorveglia, mentre Oro (outdoor robot) si occupa della spesa e di buttare la spazzatura. I tre automi si comandano attraverso l’uso di un tablet e forse molto presto potranno essere messi in commercio poiché sono già stati usati e sperimentati in un centro di anziani dove li hanno ritenuti molto efficienti.
Sicuramente l’invenzione di questi robot è un progetto molto conveniente e produttivo, poiché si tratta di macchine intelligenti che non si stancano mai e sono sempre disponibili all’anziano quando lui ne ha la necessità.
Se pensiamo anche all’aspetto economico, potremmo sire che conviene molto di più comprare un robot sempre a nostra disposizione che dover pagare una badante. Sono quindi parecchi i lati positivi che ci porterebbero all’acquisto di un robot come Doro o Coro, ma ce n’è anche uno negativo ovvero la mancanza di umanità.
Perché una persona anziana sarebbe davvero felice di trascorrere i suoi ultimi anni di vita con una macchina? Sentirebbe soddisfazione nel raccontare le fantastiche esperienze vissute da giovane ad un robot? E soprattutto, un robot sarebbe in grado di dare quell’affetto necessario per un giusto sostegno morale e psicologico?
Sicuramente dal punto di vista concreto ed economico l’acquisto di un robot sarebbe molto meglio di una badante, ma non perdiamoci nella continua ricerca della convenienza, perché alla fine, quello che conta davvero è far vivere al meglio le persone a noi care. Vivere senza affetto non è vivere davvero e quindi una persona anziana non dovrebbe essere affidata a un robot.
Milena Bellova

0
Commenti
  1. wednesday 5 anni ago

    Ciao! Hai scritto un buon articolo, scorrevole e senza errori di grammatica o di battitura. Sono d’ accordo con te nel affermare che esistono aspetti positivi che riguardano Coro, ma dopotutto esso

  2. ironlady 5 anni ago

    Ciao, il tuo articolo mi

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account