Dopo aver visto molti film e cartoni come “Star Wars”, “Big Hero 6”, “Ufo Robot”, piccoli e grandi di ogni età avevano un unico grande sogno: vedere, toccare, giocare, parlare con un robot.
La scuola superiore di Sant’Anna ha in parte esaudito questo desiderio: ha progettato e realizzato un modello di robot-badante pensato per gli anziani. Questo automa è in grado di fare praticamente qualsiasi cosa, utilizzando le due telecamere posizionate al posto degli occhi e un braccio in grado di sollevare fino a cinque chilogrammi.
E’ stato inoltre realizzato in tre varianti: la variante domestica, quella condominiale e quella da passeggio.
Il robot è stato testato in una casa di riposo a Firenze e nessun anziano si è ancora lamentato della loro presenza. Ciò significa ovviamente che è perfettamente funzionante e non rappresenta solo un ostacolo.
Personalmente, senza dubbio affiderei Coro a mia nonna perché la aiuterebbe nella vita di tutti i giorni.
C’è da dire, però, che un robot non potrà mai essere in grado di amare una persona, come invece può fare un amico o un familiare. Questi oggetti senza cuore non potranno mai sostituire una presenza umana.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account