La musica è un’arte, un qualcosa in grado non solo di liberare la mente dai vari pensieri, ma anche di far guarire. E’, infatti, sempre più diffusa la musicoterapia, la cui applicazione si sta ampliando grazie al contributo di ricercatori e di medici. I metodi di applicazione sono tanti e diversi ma tutti puntano al benessere dell’individuo. Questa non viene utilizzata soltanto per malattie gravi ma anche per favorire la comunicazione e migliorare l’apprendimento di una persona. Inoltre è scientificamente provato che la musica ristabilisce i ritmi organici fondamentali come il ritmo cardiorespiratorio, la digestione, il rilassamento muscolare e gli stimoli del cervello.
La musica ci accompagna nel corso della nostra vita, facendo riemergere tante emozioni e facendocene provare di nuove. Perciò per comprendere la musica serve l’emozione che nella quotidianità non manca mai.
La musica è libertà, è poesia, è emozione; provoca in noi tante reazioni che ci aiutano a smaltire i momenti di tensione, i momenti di difficoltà, i momenti bui che esistono nella vita di tutti, ma è presente anche nei momenti di gioia, di divertimento.
Personalmente la musica mi aiuta tanto, in essa riesco a trovare un rifugio quando tutto va male, quando mi sento sotto pressione o molto ansiosa. Non riesco a immaginare un mondo senza musica perché sarebbe come vivere in un mondo senza emozioni. La musica mi libera dalle energie negative, mi rilassa, mi fa sentire rinata. La musica penetra nell’anima, non ha bisogno di una spiegazione, occorre saperla ascoltare e viverla.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2018 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account